Riflessioni su una mente malinconica

My brain has no heart, and my heart has no brain. That’s why when I speak my mind, I appear heartless and when I do what’s in my heart I seem thoughtless.

Vi è mai capitato di vivere ma non sentirvi vivi? Di sentirvi sospesi in un limbo tra quello che è la realtà e quello che voi vorreste che la realtà fosse. Intrappolati in un tempo che scorre ma non lascia traccia. A lei succede spesso. Si guarda attorno, e capisce che non sta lasciando un segno, o almeno la sensazione che prova è quella, le ci vuole sempre un attimo per mettere a fuoco. Si sente quasi disincarnata.

Credo che abbia perso la sua voglia di conquistare il mondo un successo alla volta, come aveva pianificato. Non so quand’è che sia cambiata, o cosa l’abbia portata a farlo, ma quando si guarda allo specchio non vede altro che un vuoto involucro triste che non sa quale sia la prossima mossa da fare.

Dovrebbe dare la colpa a lui? Oppure dovrebbe incolpare se stessa, per non riuscire a essere la donna che sognava di essere da bambina? Perché lei le cose voleva farle in grande. Oh si, era determinata, sognatrice, piena di fantasia, piena di voglia di eccellere! Aveva un piano per ogni cosa. Sapeva cosa avrebbe fatto, e sapeva come farlo. Adesso mi guarda negli occhi e io non vedo altro che nebbia, ed è così fitta da trasparire sino in superficie.

Le dico di aprire la sua mente, di respirare profondamente, di guardare dentro a se stessa, nel profondo. Le dico di prendere le redini del suo destino perché è lei stessa a scriverlo, nessuno lo farà per lei. Le dico di trovare quel coraggio che una volta le si leggeva negli occhi, e di disegnarsi la vita che merita. Le dico di agire. Ma lei sembra non sentirmi, sembra quasi che sia rinchiusa in una bolla di vetro impenetrabile, e forse solo lei sa cosa, o chi, la può far scoppiare. La guardo attentamente, e la vedo circondata da persone che la amano, ma lei è sola. Sola nella sua testa. Persa nella sua mente confusa. Inciampata nella sua vita.

Vorrei poterla guardare un giorno, e riconoscere in lei la meravigliosa creatura che era. E vorrei che si guardasse allo specchio un giorno, e dicesse a se stessa “ho fatto un ottimo lavoro, e sono fiera di me stessa”.

What consumes your mind, controls your life.

Annunci

Tortino al cioccolato dal cuore morbido

Buongiorno meravigliose creature! Lo so, lo so, qualcuno di vuoi penserà.. “torte al cioccolato con questo caldo??”. Ma siamo sinceri, la cioccolata sta bene in ogni momento! Non credete anche voi?

DSCF9301

Questo venerdì passato io e il mio fidanzato abbiamo festeggiato il nostro quinto anniversario ♥ e invece di cenare fuori come ogni anno ho pensato che sarebbe stato bello starcene a casa, preparare una bella cenetta romantica con tanto di candele e fiori e godercela in tutta tranquillità! Beh, la mia idea non faceva una piega, ma cos’è che da il tocco magico a una bella cena? Il dolce!! Eh si cari miei, una cena non si può dire perfetta se non la si chiude in bellezza! E io, dopo varie ore passate a navigare online alla ricerca del dolce perfetto ho deciso per il più semplice di tutti, ossia il meraviglioso, gustosissimo, profumatissimo, tortino al cioccolato! DSCF9286

A qualcuno di voi è già venuta l’acquolina? Oh a me torna solo al ricordo di quel dolcetto morbido, cremoso, croccante all’esterno, profumato alla cannella! mmmh, mi sembra di sentirne il profumo nell’aria.

Premetto che è la prima volta che lo faccio, e il risultato è stato talmente soddisfacente che non posso fare a meno di condividerlo con tutti voi! Quindi, eccovi di seguito la ricetta, semplice semplice!

Ingredienti per 9 stampini (da cupcake)

  • 130g di cioccolato fondente (io metà ne ho usato al latte)
  • 130g di burro
  • 100g di zucchero (io ne ho usati 60, avendo usato metà cioccolato al latte che è dolcissimo di suo)
  • 2 uova
  • 30g di farina
  • un cucchiaino raso di cannella in polvere

Procedimento:

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato insieme al burro, lo zucchero e la cannella. Trasferite il composto in una terrina e aggiungete un uovo alla volta, sbattendo bene con una frusta, infine aggiungete la farina setacciata e incorporate il tutto.

DSCF9312Imburrate le vostre coppette e cospargetele di cacao amaro, o dolce, a vostro piacimento (io ho usato le coppette in silicone per i cupcake, non avendo i stampini in alluminio, però devo dire che mi sono trovata benissimo, i tortini si tolgono molto facilmente). Trasferite il composto nelle coppettine, riempendole fino a poco più della metà, e ponetele nel congelatore per almeno 2 ore prima di infornarle nel forno preriscaldato a 210 gradi per circa 10/15 minuti! Io consiglio sempre di provare con un tortino per vedere il tempo di cottura che necessita, che può variare da forno a forno.

Io avendo fatto 9 tortini, ma per la cena me ne servivano solo 4, li ho tenuti in congelatore. E potete farlo anche voi! Così quando ne avete voglia ne tirate fuori uno, lo infornate e ve lo gustate caldo caldo!

Ecco qui, spero la ricetta vi sia piaciuta! Fatemi sapere se qualcuno di voi li ha provati, oppure li fa in una maniera diversa! Nuovi consigli sono sempre ben accetti! Detto ciò, bon appetit!

love, dolly ♥

DSCF9298DSCF9291

Il 2° “Liebster Award 4.0” per Miss Dolly!!

Yeeeei! Miss Dolly Blog è stato nominato ancora una volta per il premio “Liebster Award 4.0” e per giunta due volte in un giorno! Come ho già spiegato nel precedente articolo sul “Liebster Award” (che potete vedere cliccando qui ⇐) si tratta di un premio, anzi per meglio dire una sorta di passaparola, che va ai blog più meritevoli con meno di 200 followers. Le regole sono semplicissime!

  • Ringraziare chi presenta la candidatura;
  • Rispondere alle 10 domande poste da chi ti ha nominato;
  • Nominare altri 10 blog con meno di 200 followers;
  • Proporre ai tuoi candidati altre 10 domande;
  • Andare sui singoli blog e comunicare loro la nomina.

Dunque, inizio col ringraziare le gentilissime Emma del blog “eatunes” e Giusy del blog “Alohomora” per le nomine, è sempre meraviglioso vedere che ciò di cui scrivo viene realmente apprezzato! Che bella soddisfazione, grazie ♥

E ora passiamo alle domande che mi sono state poste da Emma:

1 – Qual è l’argomento principale di cui parla il tuo blog? 

Non ho un vero e proprio argomento principale. Piuttosto ho creato questo spazio per parlare un pò di tutto!

2 – Descriviti con 3 aggettivi

Impulsiva, suscettibile, romantica..

3 – Cosa fai la mattina appena sveglia?

Apro gli occhi? 😀 Dopo di quello mi rotolo nel letto per circa 15 minuti prima di decidermi ad alzarmi e fare una doccia, subito dopo mi rilasso con una gigantesca tazza di thè (rigorosamente English Breakfast) e due toast con marmellata!

4 – Se non abitassi nella tua città, dove vorresti vivere?

Non lo so di preciso, cambio idea in continuazione. Di sicuro sarebbe una metropoli! Io adoro la vita di città! Amo il traffico, la frenesia, il caos, i rumori.. tutto!

5 – Qual è l’hobby o attività a cui non rinunceresti per nulla al mondo?

Mmmmh, non lo so, ci sto riflettendo davanti alla tastiera da un po ma non lo so.. “per nulla al mondo” è davvero tanto, quindi non saprei..

6 – Hai mai detto: … Mi ha cambiato la vita? Se sì, in quale occasione?

Si, sono state una serie di cose successe dopo una turbolenta rottura con il mio attuale fidanzato, cose di cui ancora non me la sento di parlarne, però decisamente mi hanno cambiato la vita, hanno cambiato me, il mio modo di vedere il mondo.

7 – Consiglia un libro ai tuoi lettori e spiega la motivazione

“L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello” di Oliver Sacks – non è il mio libro numero 1, ma comunque è nella top5, ed è l’ultimo libro che ho letto. E’ un saggio neurologico, si tratta di una raccolta di casi psichiatrici incredibilmente interessanti!

8 – Qual è stato, finora, il giorno più bello della tua vita?

Il giorno nel quale è nata la mia sorellina. Sembrerà scontato ma dopo 18 anni passati a desiderare un fratello/una sorella, posso dire che è la cosa più bella che mi sia mai capitata!

9 – Immagina di poter trascorrere la serata con chi vuoi tu (anche personaggi famosi). Chi sceglieresti?

Amanda Seyfried! Decisamente!

10 – Esprimi un desiderio.

Fatto! (non si dicono ad alta voce, altrimenti non si avverano :p )

E  quelle di Giusy:

1 – Come mai avete deciso di aprire un blog?

Era un po che ci pensavo e avevo già tentato di aprirne uno qualche anno fa, ma poi ho finito per disinteressarmene e l’ho chiuso, e poi qualche mese fa mi sono munita di pazienza e ho creato MissDolly, non avevo ancora deciso di cosa parlare, ma piano piano le idee sono venute da sole.

2 – Di cosa parla il vostro blog?

Non ho un argomento principale, come ho già detto in precedenza. Parlo di diverse cose, cose che mi piacciono, cose che mi succedono, cose che creo!

3 – Dove trovate ispirazione per i vostri articoli?

Diciamo che sono io l’ispirazione per i miei articoli! 🙂

4 – Quali sono i vostri grandi blogger preferiti?

Zoella (Zoe Sugg), direi che è l’unica blogger/vlogger che seguo, principalmente per i suoi video, adoro il suo accento britsh! ♥

5 – Come vi descrivereste?

Rubo la risposta dalla domanda di Emma: in 3 aggettivi – impulsiva, suscettibile, romantica

6 – Qual è il vostro piatto preferito?

Sushi! L’ho scoperto solo di recente, non vedevo di buon occhio il pesce crudo, invece mi sono ricreduta!

7 – Cosa vi rende felice?

Molte cose, dipende sempre dalla giornata, dal contesto, dall’umore… ecc

8 – Cosa fate nella vita?

L’universitaria!

9 – Che film consigliereste ai vostri lettori?

Pretty Woman, un classico! – Le pagine della nostra vita, da affrontare con molti fazzoletti – Memorie di una Geisha!

10 – Qual è il vostro cantante/gruppo preferito?

Enrique Iglesias, Snow Patrol, Taylor Swift!

Immagine

Io invece ripropongo le domande del mio precedente articolo sul “Liebster Award”

1) Cosa ti ha portato/a ad aprire un blog?

2) Da quando hai aperto il blog sei cambiato/a? Sei cresciuto/a grazie ad esso?

3) Hai un libro preferito? Se si qual’è e perché è il tuo preferito?

4) Immagina un mondo fantastico, surreale, il tuo come sarebbe?

5) Quali sono le tue passioni?

6) Le 3 città che vorresti assolutamente visitare?

7) Il tuo miglior pregio e miglior difetto a detta di altri?

8) Cosa volevi/vuoi fare da grande?

9) Il più bel ricordo che hai di quand’eri bambino/a?

10) Ora una domandina divertente: il tuo cartone animato preferito?

Ed ecco le mie nomine:

Discovery of World

Orchidea Bliss’s Blog

Diario di una ragazza in rinascita

Mi fermo a tre perchè solo poco tempo fa ho nominato 10 dei blog che seguo e da allora non ho iniziato a seguirne molti altri!

Approfitto di questa opportunità per invitarvi a passare dal mio blog progetto, chiamiamolo così. Probabilmente vi stareste chiedendo cos’è? Beh, è un esperimento per migliorare la mia conoscenza dell’inglese, e si tratta di un blog scritto interamente in inglese (o quasi)! Per chi fosse interessato passatemi a trovare anche li! ⇒ Just Dolly

Love, dolly ♥

Headlights – Robin Schulz

Oh, I know why you chasing all the headlights
Oh, ’cause you always tryna get ahead of light
Baby when you go
You know I’ll be waiting on the other side
And I’m always cold
But if you stay then I could keep you warm at night

Don’t be a fool for the city lights
I know it’s cool but it’s only light
Baby with you I can never lie
Don’t go chasing all the headlights

Oh, I could feel the beating of your heart on drum
Oh, don’t know if I’m dreaming or if you have gone
Every time you go
Hits me like a bullet from a broken gun
Yeah I know it’s cold
But if you stay then I could keep you warm at night

(x2)
Don’t be a fool for the city lights
I know it’s cool but it’s only light
Baby with you I can never lie
So don’t go chasing all the headlights

Apple Pie: il miglior modo per mangiarsi le mele!

Una mela al giorno, toglie il medico di torno!” – figurati cosa può fare un’intera torta di mele allora!!! 🙂

DSCF9248

Lo sappiamo tutti che le mele fanno bene, lo dicono anche i proverbi no? Beh a me non piacciono particolarmente, e ora con mia madre partita per qualche settimana, non sapevo proprio cosa farmene di tutte quelle belle mele lasciate li nel cestello sul comò.. e quale miglior modo di utilizzarle se non quello di farci una deliziosa torta?

Io credo di farne una circa una volta al mese! Infatti è l’unico dolce che dentro casa nostra non manca mai!! lo amano tutti, tutti lo apprezzano! A parer mio è il dolce perfetto.. ideale sia in inverno, quando fuori fa freddo freddo e tu stai rintanato dentro casa, con una bella fetta di torta appena sfornata e una tazza di thè fumante, e lo è anche in estate, quando te ne puoi gustare una fettina accompagnata da una pallina di fresco gelato e un bicchiere di succo!

Insomma, la torta di mele va bene con tutto, come il colore nero! Detto ciò vi lascio la mia ricetta. Non è proprio “mia”, è presa un po di qua un po di là… diciamo che è riadattata da me, ecco 🙂

INGREDIENTI PER IL FONDO

  • 400g di farina
  • 200g di burro
  • 100ml d’acqua fredda
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaio da cucina di zucchero (a piacere)

METODO

In una terrina mettete la farina, il burro freddo di frigo a pezzetti, il sale e lo zucchero. Amalgamate bene con le mani finché tutta la farina e il burro non si sono completamente sbriciolati. Aggiungete allora l’acqua poco alla volta e amalgamate fino ad ottenere un impasto compatto ma comunque bello morbido per la stesura. Ponete l’impasto avvolto nella pellicola nel frigo, e dedicatevi alla farcitura.

WP_20150506_001

INGREDIENTI PER LA FARCITURA

  • 6 grandi mele
  • 100g di zucchero + quello da spargere sopra la torta
  • un cucchiaino da thè di cannella
  • il succo di mezzo limone
  • un pizzico di noce moscata
  • un cucchiaio da cucina di farina
  • il tuorlo di un uovo – per spennellare la torta

METODO

Sbucciate e tagliate le mele a pezzettoni! Lasciateli belli grandicelli (non li spezzettati tutti, così rischiano di diventare tutta polpa durante la cottura). Mettete le mele in una terrina e cospargetele di zucchero, cannella, noce moscata e il succo del mezzo limone (a piacere potete aggiungere della vanillina, è ottima). E lasciatele riposare mentre tornate al vostro impasto.

COMPOSIZIONE TORTA

Preriscaldate il forno a 180°

Stendete poco più di metà impasto su una superficie ben infarinata. Imburrate e infarinate la teglia. Disponetevi dentro l’impasto steso con l’aiuto del mattarello, in questo modo sarà più facile non rompere l’impasto., e infornate per una decina di minuti (ricordate di bucherellare l’impasto così da non farlo gonfiare).

Passati i dieci minuti, prendete le mele e aggiungetevi dentro il cucchiaio di farina. Mescolate bene e disponetele nella teglia.

Stendete l’impasto rimasto e posizionatelo sopra le mele, attaccandolo bene all’impasto di fondo. Bagnate le dita nell’acqua per far aderire meglio le due parti.

Ora bucherellate la torta con una forchetta, oppure fatele un taglietto. Se vi avanza dell’impasto potete farci delle piccole decorazioni: delle stelline, cuoricini, fiorelli! Chi più ne ha più ne metta 🙂

WP_20150506_004

Infornate per 50 minuti, a 180°. Circa 10 minuti prima della fine della cottura, sbattete il tuorlo d’uovo con un cucchiaino di zucchero e un pochino di latte, se ne avete, e spennellateci bene la torta. In questo modo l’Apple Pie prenderà una bella doratura!

Finito il tempo di cottura, tirate la torta fuori dal forno e lasciatela freddare completamente.

CONSIGLI: Non tagliate la torta prima che sia completamente fredda altrimenti vi fuoriesce tutto il succo! – Servite la torta con del gelato alla vaniglia, ne esalta il sapore e in queste giornate di caldo è l’ideale!

DSCF9250

DSCF9268

DSCF9267

Bon appetit!


Essendo io contro lo spreco in cucina, ho deciso di fare delle mini meringhette con l’albume avanzato! Eccovi la mia ricetta, facile facile!

  • albume: 30g
  • zucchero: 60g (il doppio del peso dell’albume)
  • una spruzzata di succo di limone

In una terrina (di vetro o d’alluminio!) aggiungete tutti gli ingredienti e montateli a neve ferma con un mixer elettrico (capitan ovvio :D). Assicuratevi che tutto lo zucchero si sia sciolto e che gli albumi montati abbiano un colore bianco lucido!

Con l’aiuto di un sac à poche formate su una teglia coperta da carta da forno le meringhe tendendo a mente che più sono grandi più aumenta il tempo di cottura.

Fatele cuocere, o meglio, fatele asciugare nel forno a 90/100g con il forno leggermente aperto per un tempo che va da 4 a 6 ore, a seconda della grandezza delle meringhe! Se volete che all’interno rimanga quella consistenza gommosa come piace a me semplicemente diminuite il tempo di cottura ♥

DSCF9259

DSCF9257

WP_20150506_008

love, dolly ♥

Alla scoperta delle isole Spagnole part one: IBIZA 2013

ibiza cover

L’estate è quasi arrivata! E con l’avvicinarsi dell’estate si avvicina anche l’ora delle vacanze. Io e il mio fidanzato, insieme a due dei nostri amici, abbiamo optato le Canarie per quest’anno. Abbiamo deciso di andare a Fuerteventura. Eravamo piuttosto indecisi tra le varie isole ma i paesaggi incontaminati, e le immense spiagge di sabbia bianchissima di Fuerteventura ci hanno convinti 🙂 Ma di questo vi parlerò più approfonditamente dopo il viaggio.

Questo sarà il terzo anno di seguito che io e il mio fidanzato andiamo in Spagna. Nei due anni precedenti abbiamo visitato Ibiza, ed è proprio di questo che oggi vi voglio parlare. Purtroppo ai tempi non avevo ancora aperto il blog, sarebbe stato decisamente meglio parlarvene appena tornata con la mente ancora fresca!!!

Era da tantissimo tempo che volevamo andarci. Un po per le sue rinomate discoteche, considerate le più grandi d’Europa, un po per i suoi meravigliosi paesaggi e il mare cristallino! Tutte cose che rendono quest’isola delle Baleari, la meta migliore per chi vuole sfuggire dalla quotidianità!

Abbiamo passato li una settimana, dal 20 al 27 luglio precisamente. Siamo partiti in mattinata dall’aeroporto di Fiumicino e dopo circa un’ora e mezza di volo siamo finalmente atterrati all’aeroporto di Eivissa! Appena usciti dall’aeroporto siamo stati colpiti dalla piacevolissima brezza marina, e nonostante facesse davvero molto caldo, non era per nulla fastidioso, grazie all’aria secca dell’isola!

Abbiamo deciso di alloggiare a Playa d’En Bossa per la comoda vicinanza a tutte le discoteche più famose, in un albergo a 4 stelle proprio alla fine della Playa, il Fiesta Club Palm Beach (che ora si chiama Palladium White Island Resort & Spa). Anche se il nostro hotel era leggermente distante dalla movida di Playa d’En Bossa, abbiamo preferito così perché è solo li che potete trovare le spiagge più pulite e molto meno agglomerate. Infatti durante tutta la settimana vi ho visto solo gli ospiti dell’Hotel. Ovviamente per chi cerca la tipica frenetica movida, consiglierei di spostarsi verso metà della Playa, dove si trova situata anche la famosissima spiaggia di Bora Bora!

L’albergo era bellissimo. Personale super cortese e pulizia delle camere impeccabile. Il cibo ai ristoranti era molto vario, anche se in fatto di dolci tendevano ad essere ripetitivi, cosa che mi ha un po delusa, visto le mie aspettative.

Di seguito, per non divagare a parole, vi mostro alcune foto. Mi sto rendendo conto che sto scrivendo anche troppo 😀

DSCF7162

Il blocco dove abbiamo alloggiato, purtroppo la nostra camera dava sul campo da minigolf, e non sulla piscina 😦

la bellissima piscina – foto presa dal sito dell’hotel perché mi sono accorta di non averla fotografata per nulla! 😀

ma non è stupendo?

DSCF7123

sorseggiando cocktail sulla terrazza! yummmm

DSCF7122

La nostra stanza!! Pulitissima e bella ampia! Non si vede ma da dove scattavo la foto c’era un gigantesco divano ad angolo, un tavolino in vetro e la tv! L’unica pecca era il maledetto letto separato! Era scomodissimo proprio per questo motivo!

simpaticissimo spettacolo culinario a pranzo! Lo chef ha preparato la paella!!

simpaticissimo spettacolo culinario a pranzo! Lo chef ha preparato la paella!!

Il primo giorno, subito dopo esserci sistemati nella stanza, abbiamo acquistato i biglietti per Avicii, che suonava all’Hushuaia, un gigantesco Hotel che la sera (dalle 17 alle 23) ospita dj famosissimi! Abbiamo passato quasi tutti i giorni tra mare e piscina, e la sera passeggiavamo per Playa d’En Bossa che si riempiva di gente quasi fosse un festival! Il che metteva davvero molta allegria! Tutta la strada era piena di piccoli locali dove servivano dei cocktail buonissimi. Noi avevamo l’imbarazzo della scelta! Era tutto così frenetico che spesso mentre passavi davanti a questi baretti, alcuni dei camerieri ti ci buttavano dentro (letteralmente!!).

DSCF7132

La torre dell’Ushuaia Hotel! Meravigliosa ed altissima! Si vede da tutta l’isola!

DSCF7131

La nostra prima serata a Ibiza! All’Ushuaia

DSCF7182

Playa de Ses Salinas. Meravigliosa, sabbia bianchissima, acqua trasparente! Occhio alle meduse però!

DSCF7178

Playa de Ses Salinas ♥

Dopo gli aperitivi, andavamo a ballare e siamo stati in quasi tutte le discoteche: al Privilege, che resta il mio preferito; all’Amnesia, dove la serata più bella è quella della “La Troya” (scusate il termine ma è così che si chiama :D) con spettacoli di drag queen in una sala e ” L’Espuma Party” (il più grande schiuma party del mondo) in un altra; allo Space; l’unica dove non siamo andati è stato il Pacha, che sinceramente non attirava nessuno dei due!

Flower Power! uno spettacolo hippie del Pacha - in giro per il porto !

Flower Power! uno spettacolo hippie  – in giro per il porto !

Flower Power!!

Flower Power!!

DSCF7189

la movida ibizenca

Solitamente mangiavamo nell’hotel, ma un giorno siamo voluti andare al centro di Ibiza (la città) che è assolutamente mozzafiato (come potete vedere dalle foto di seguito) e li abbiamo mangiato una deliziosa paella in un ristorantino del porto!

DSCF7212 DSCF7211

DSCF7201

Porto di Ibiza.. guardate che meraviglie!

DSCF7226

da qualche parte in giro per Ibiza!!!

DSCF7306

cercando la stazione degli autobus ci siamo casualmente imbattuti in questo negozio di dolciumi!! e io non ho potuto assolutamente resistere!! il paradiso dei golosi! se vi capita dategli un’occhiata. lo consiglio :p

DSCF7304

un po di street art!

DSCF7288

DSCF7291

il castello di Eivissa!

DSCF7213 DSCF7220 DSCF7223DSCF7307 DSCF7303 DSCF7299 DSCF7298 DSCF7282 DSCF7284DSCF7290DSCF7205

Meta assolutamente obbligatoria se andate a Ibiza è Formentera!! Ci sono numerosi traghetti che vi portano e il costo dei biglietti è veramente basso! Consiglio di girarla in motorino, è bellissimo percorrere le strade in riva al mare con il vento tra i capelli!

DSCF7204

Il traghetto che abbiamo preso per Formentera! il biglietto del traghetto si compra negli hotel anche, e nel pacchetto è incluso il noleggio di un motorino! 😀

DSCF7250

paesaggi visti dal traghetto in viaggio per Formentera!

DSCF7262DSCF7280

DSCF7275

Caraibi a Formentera: Les Illetes – la più bella spiaggia di Formentera, situata nel punto più a nord dell’isola. Essendo una riserva naturale l’ingresso al parco era se ricordo bene di 2 euro. E ne è valsa la pena! il mio consiglio? Crema protettiva alta!!!!

Quando siamo arrivati a Ibiza un signore ci disse “se non credi all’amore a prima vista, vieni a Ibiza!” e così è stato! Ce ne siamo completamente innamorati, tanto da andarci due anni di seguito. E devo dirlo, non è solo per la vita notturna, non è solo per il mare meraviglioso, è qualcosa di magico, che ti entra nel cuore! Molte persone mi dicono “no Ibiza non fa per noi, non siamo amanti delle discoteche” e io rispondo sempre allo stesso modo “se credete che li ci sia solo quello vi sbagliate di grosso” è la meta ideale per chiunque!

Detto ciò ecco i miei consigli per il viaggio perfetto:

  • portate la protezione solare! Se non volete passare una settimana in albergo;
  • abitini leggeri e stile boohoo o hippie! Sono gli outfit ideali;
  • per chi volesse divertirsi la sera e bere dei buoni cocktail fatelo nei locali in giro per la città, in discoteca non ne vale la pena, e i prezzi sono assurdi!
  • visitate Formentera se ne avete la possibilità, è un paradiso che merita!

Se volete saperne di più, rimanete aggiornati sul mio blog! Nel prossimo articolo parlerò dei tour che abbiamo fatto e di molto altro! Stay tuned!

love, dolly ♥