Summer project part two: crochet bikini top!

Pattern – day!

DSCF9206Nella prima parte del progetto avevo parlato della parte sotto del nostro bikini. Questa seconda parte invece, come si può ben capire dal titolo, riguarderà il top. Per quanto riguarda il metodo di composizione è decisamente più facile e veloce, infatti non necessita di calcoli per quanto riguarda le misure. La trama è facile da seguire e nonostante la sua semplicità fa davvero un bell’effetto una volta indossato! Beh direi che non c’è molto altro da dire, quindi vi lascio al tutorial. Happy crochet ♥

MATERIALE OCCORRENTE

  • 1 gomitolo tipo 3/light (io ho scelto il tipo acrilico, ma consiglio quella mista a cotone) – peso 50g
  • 1 uncinetto: 4mm
  • 1 segnapunti

PROCEDIMENTO: TOP

Per fare questo top faremo separatamente le due coppe per poi unirle una volta finite.

NOTA: io ho lavorato con il mezzo punto alto, perché l’ho preferito per il tipo di filato che ho usato, perché faceva risultare più fitta la trama, ma volendo si può usare il punto alto, per una trama meno fitta.

  • montate 14 catenelle + 2
  • 1° giro: fate un mezzo punto alto (MPA) nella terza catenella e continuate con i MPA fino ad arrivare all’ultima catenella di base, nella quale fate *2 MPA, una catenella, 2 MPA* (segnate la catenella tra le due coppie di MPA). e poi continuate normalmente con i MPA tutt’intorno fino all’ultima catenella di base (che in teoria è la nostra catenella iniziale).
  • 2° giro: una volta arrivati all’ultima catenella di base, montate una catenella, girate il lavoro e fate un giro completo di MPA (fatene uno anche nella catenella segnata con il segnapunti, e spostatelo sul MPA che avrete fatto). Arrivati alla fine dal giro, montate una catenella e girate il lavoro (noterete ora che si sta formando la base e la curvatura della nostra coppa).
  • 3° giro: ripetete lo stesso procedimento del 1° giro, ossia: lavorate un mezzo giro di MPA fino ad arrivare alla catenella segnata (che è la cima della nostra coppa) e li ripetete *2 MPA, una catenella, 2 MPA* (segnate la catenella tra le due coppia di MPA). Finite il giro. Montate una catenella e girate il lavoro.
  • 4° giro: ripetere il 2° giro, ossia fate un giro completo di MPA (ricordandovi di segnare il MPA fatto nella catenella semplice). Arrivati a fine giro montate una catenella e girate il lavoro.

Continuate con questo metodo fino a quando avrete raggiunto la grandezza della coppa desiderata.

NOTA: Se volete che la coppa risulti più alta e meno larga basterà semplicemente ripetere il 1° giro due volte (in modo da fare due giri di aumenti insomma) e poi fare come nel 2° giro (che risulterà quindi il 3°). – Se invece lo volete più largo e meno alto, basta fare il contrario ossia, una volta il 1° giro, due volte il 2° giro, e via dicendo 🙂

NOTA: non tagliate il filo quando finite la seconda coppa, ci servirà per continuare il lavoro.

Una volta che avete completato entrambe le coppe (facendo attenzione che siano identiche), con il filo della seconda coppa (che non avete tagliato) fate una fila di punti bassi lungo tutta la base della coppa, arrivati alla fine della coppa, montate 3/4 catenelle di base e poi unite la seconda coppa sempre con una serie di punti bassi lungo la sua base. Arrivati alla fine, montate come sempre una catenella e girate il lavoro.

Fate una fila di MPA lungo tutta la lunghezza della base del nostro top. Arrivate alla fine, montate una catenella e girate il lavoro.

NOTA: Io ho fatto così 3 giri di MPA, ma ovviamente sono facoltativi, volendo ne fate di meno o di più a vostro piacere. Provate sempre. Fatene di più, non vi piace? Smontateli. Ne avete fatto solo uno e già vi piace? Benissimo 🙂  Seguite i vostri gusti! Come anche per la decorazione sul bordo con il punto fantasia, vi potete sbizzarrire!

  • Per fare i lacci alla base delle coppe lavorate circa 10 punti bassi partendo dalla base e risalendo lungo il bordo della coppa. Fatti i 10 punti bassi, montate una catenella e girate il lavoro. Ora lavorate con i MPA, diminuendo un punto all’inizio e uno alla fine ad ogni giro, fino ad arrivare a soli 2 MPA, a quel punto continuate così fino ad ottenere la lunghezza dei lacci desiderata – stesso procedimento per il secondo laccio.
  • Per i lacci intorno al collo: fate 3 punti bassi sulla cima della coppa. Montate una catenella, girate il lavoro. Lavorate 3 MPA, montate una catenella, girate. Ripetete così fino ad ottenere la lunghezza desiderata (consiglio inoltre se volete un laccetto meno spesso di montare solo 2 punti bassi)  –  stesso procedimento per il secondo laccio.

Ecco finito il nostro top!

SUGGERIMENTI: se volete unire le due coppe senza fare la base come ho fatto io, ma volete invece tenerle separate per poterle adattare, comprate un laccetto in cotone (che potete trovare in qualunque merceria). Alla base delle coppe fate un bordo di punti alti (PA). Passate allora il laccetto in cotone tra i PA. In questo modo avrete come risultato un top completamente diverso. E anche meno lavoro da fare 😀

DSCF9213DSCF9216

Love, Dolly ♥

Annunci

Il mio angolo di paradiso

Travel is the only thing you buy, that makes you richer. – author unknown

“Non c’è nessun posto come casa tua” si dice. Io sono nata in Moldavia, un piccolissimo stato racchiuso tra Romania e Ucraina. Con una media di circa 3.656.843 abitanti, stando a quello che dice Wikipedia.

Il comune in cui vivevo si chiama Sănătăuca. Non vi è nulla di particolarmente bello che valga la pena di essere visto. E le attrattive sono pressoché inesistenti, tranne quei 4 bar che fanno a gara d’estate, quando ritornano a casa gli studenti, e le famiglie che risiedono all’estero, e un piccolo stadio dove occasionalmente vi si organizzano delle festicciole. Ma nonostante io abiti in Italia da ormai più di metà della mia vita, tornare alla casa dei nonni è sempre una gioia. E ora vi mostrerò il perché…

DSC06658DSC06641DSC06637DSC06609DSC06611DSC06516DSC06565DSC06501DSC06488DSC06596DSC06511DSC06638

Questo è quello che si vede appena entrati nel giardino della mia dolce nonna. Un arcobaleno di colori a terra. Fiori di ogni genere e colore. Alberi di frutta. Bacche.  Insomma, per una persona come me, che ama fotografare tutto ciò che vede, soprattutto composizioni floreali, quello è il PARADISO!

Tutte le foto sono state scattate da me con una fotocamera Fujifilm Finepix HS 20 EXR, e non vi è stato applicato alcun filtro.

Love, dolly ♥

Liebster award 4.0

Non me lo aspettavo ed è stata una piacevolissima sorpresa essere nominata per il liebster award! Si tratta di un premio, anzi per meglio dire una sorta di passaparola per far conoscere i vari blog che si andrà a nominare.

Le regole sono molto semplici:
– Ringraziare e linkare il blogger e il blog di chi presenta la candidatura;
– Rispondere alle 10 domande poste da chi ti ha nominato;
– Nominare altri 10 blog con meno di 200 followers;
– Proporre ai tuoi candidati 10 domande;
– Andare sui singoli blog e comunicare loro la nomina.

Intanto inizio con il ringraziare shabbychicandromanticcrochet per la nomina, e per aver pensato al mio blog! Mi sono divertita moltissimo a rispondere alle sue domandine ♥

Ed ecco le domande scelte da chi mi ha nominato:

1) sei creativa/o?

Assolutamente si! Sono appassionata di ferri e uncinetti, si deve essere creativi per forza 😀

2) il tuo hobby?

Ne ho davvero troppi, ma gli unici due dei quali proprio non mi stanco sono il pattinaggio e il lavoro a maglia.

3) sei romantica/o?

Molto!

4) città, campagna o mare?

Mare per sempre! 

5) segui la moda?

Si, ma ne creo qualcosa di personale, ognuno ha il suo stile, e a me piace essere originale!

6) ti piace il vintage?

Molto, ma preferisco il vintage home decor piuttosto che l’abbigliamento.

7) che musica ascolti?

Random, non ho un genere preferito, posso dirvi quella che non ascolto, ed è il metal, il punk e i vari sottogeneri.

8) cosa ti piace fare nei weekend?

Di solito lo passo con i miei amici e con il mio fidanzato, e mi piace, indipendentemente da quello che facciamo!

9) organizzazione o caos creativo?

Organizzazione, sono una persona a cui piace pianificare tutto e avere tutto in ordine.

10) film preferito?

Pretty Woman –  diretto da Garry Marshall con Richard Gere e Julia Roberts.

Queste sono invece le domande che ho scelto io a cui dovranno rispondere coloro che nominerò:

1) Cosa ti ha portato/a ad aprire un blog?

2) Da quando hai aperto il blog sei cambiato/a? Sei cresciuto/a grazie ad esso?

3) Hai un libro preferito? Se si qual’è e perché è il tuo preferito?

4) Immagina un mondo fantastico, surreale, il tuo come sarebbe?

5) Quali sono le tue passioni?

6) Le 3 città che vorresti assolutamente visitare?

7) Il tuo miglior pregio e miglior difetto a detta di altri?

8) Cosa volevi/vuoi fare da grande?

9) Il più bel ricordo che hai di quand’eri bambino/a?

10) Ora una domandina divertente: il tuo cartone animato preferito?

Ecco le mie nomine:

Thewhiterabbitshole

You make me feel enspired

Le muse vanitose

L’UncinetTINe

Maddalena Sempio

La ragazza con la frangia

MARTYMODAEMAKEUP

a bit(e) of morphine

lovepinklife

the love rookies

love, dolly ♥

Summer project part one: crochet bikini bottom!

DSCF9206Pattern – day!

Intanto che l’estate si avvicina io mi diletto con l’uncinetto, e anche se il costume da comprare quest’anno l’ho già scelto perché non passare qualche giornata a crearne uno con le mie mani..? è la prima volta che faccio un costume all’uncinetto, e devo dire che non mi dispiace quello che è venuto fuori. Premetto che indossato è molto più carino che sulla stampella! Ora bando alle ciance e vi lascio alla pattern del bikini per oggi! Happy crochet ♥

MISURE BIKINI – taglia S/M

  • giro-fianchi: 80cm
  • lunghezza parte anteriore: 22cm
  • lunghezza parte posteriore: 22cm

MATERIALE OCCORRENTE

  • 1 gomitol0 tipo 3/light (io ho scelto il tipo acrilico, ma consiglio quella mista a cotone) – peso 50g
  • 1 uncinetto: 4mm
  • metro per prendere le misure

PROCEDIMENTO: BIKINI

Io ho iniziato dalla parte anteriore perché trovo molto più facile prendere le misure così.

  • montare 72 catenelle
  • 1° giro: lavorare un PA nella terza catenella di base, lavorare un’altro PA e poi fare una diminuzione (lavorando due punti insieme) continuando a farne una ogni 5 punti alti fino alla fine del giro, facendo così dovreste chiudere il giro con 2 PA come all’inizio; montare una catenella e poi girare il lavoro;
  • 2° e 3° giro: lavorare un PA in ogni catenella del giro precedente.

Una volta finito il 3° giro di punti alti, chiudere il lavoro e tagliare il filo in eccesso. A questo punto si procede un po a occhio, quindi decidete la larghezza della parte anteriore, lasciando un tot di catenelle ad ogni estremità, come mostrato in foto, io ne ho lasciate 15 ad ogni lato.WP_20150415_001[1]

  • 4° giro: inserire il filo nel quindicesimo punto lasciato, montare due catenelle e fare un PA nella successiva catenella, fare una diminuzione, e continuare con i PA per il resto del giro fino ad arrivare alla terzultima catenella, fare un’altra diminuzione e lavorare l’ultimo PA del giro; montare una catenella e girare
  • continuare così facendo una diminuzione all’inizio e alla fine per i prossimi 8 giri, alla fine del quale dovreste avere 9 punti; montare una catenella, e girare.
  • 9° giro: lavorare 4 PA nelle 4 catenelle del giro precedente, fare una diminuzione (che risulterà centrale) e finire il giro.
  • dal 10° al 16° giro: lavorare un PA in ogni catenella del giro precedente, ottenendo così la parte sotto del costume, che collegherà la parte anteriore a quella posteriore, per una lunghezza di 9 cm. (se lo si vuole più lungo basta fare altri giri, e allo stesso modo se lo si vuole più corto se ne fanno meno)

La larghezza che ho ottenuto io, riducendo il giro a 8 punti è di 5cm, ovviamente se si desidera una larghezza più ampia ci si può fermare a 9 punti, e viceversa se la si vuole più stretta si può fare una doppia diminuzione (ad entrambe le estremità) riducendola a 7 punti.

Finito il 16° giro si inizia con gli aumenti, e quindi con la parte posteriore del costume

  • 17° giro: lavorare un PA, e fare un aumento nella seconda catenella (lavorando due PA nella stessa catenella del giro precedente), continuare con i PA per il resto del giro, facendo un aumento nella penultima catenella e chiudendo il giro con un PA; montare una catenella e girare;
  • da qui per il prossimi 20 cm ho ripetuto il giro 17°, facendo ogni 2 giri un doppio aumento, ossia lavorare il primo aumento, fare un PA normale e nella catenella successiva rifare un aumento, e così anche all’altra estremità (avendo 4 aumenti in totale). Più aumenti si fanno, più larga risulta la parte posteriore, per questo mi sento di consigliarvi di non rimanere strettamente legati alla pattern.

Arrivati alla lunghezza desiderata, per non lasciare il bordino irregolare lavorate tutt’intorno al costume un giro di punti base, dopodiché cucite le estremità della parte anteriore alla parte posteriore, ed ecco qui finito il nostro bikini!bikini

Io per una questione di gusto ho deciso di lasciare il bordo del mio bikini non decorato, semplicemente rifinito con la serie di punti base di cui parlavo sopra, però se volete decorare il bordino potete sbizzarrirvi come volete!

Grazie per aver seguito il mio “tutorial” e fatemi sapere se lo avete provato. Inviatemi le foto!!

love, dolly ♥DSCF9219

DSCF9212DSCF9209

Istruzioni: Come vivere al meglio la propria vita

Oggi facendo delle ricerche online per un saggio breve riguardante il senso della vita mi sono imbattuta in un articolo molto carino, una serie di “regole” per viverla meglio! L’ho trovato molto utile e piacevole perciò ho deciso di riproporvi alcuni dei passaggi che ho trovato più significativi!

Life is like a box of chocolates, you never know what you’re gonna get.

Questo diceva Tom Hanks nel film Forrest Gump, ma se fossimo noi a decidere cosa vogliamo ricevere dalla vita giorno per giorno potremo davvero viverla al meglio, darle il significato che vogliamo. La vita per me è un susseguirsi di decisioni e obiettivi che delineano un percorso diverso a seconda dei traguardi che ci si pone davanti. La vita è fatta di scelte da prendere, scelte che possono portare a conseguenze e benefici; l’importante è agire e decidere di vivere anziché stare in disparte a guardare.


PASSAGGI

  • Cogli l’attimo – Non aspettare che arrivi “quel momento”, la vita ci si presenta ogni giorno sotto molteplici momenti, sta a noi tirarne fuori il meglio! Vivi ogni giorno come se dovesse essere l’ultimo, sii presente per godere del momento che stai vivendo!

  • Sii avventuroso – Non seguire la strada che conosci solo perché è sicura, non fare le cose che sei abituato a fare e che sai di poter fare. Vai dove ti porta il cuore, esplora nuovi posti, esplora nuove possibilità, non sai mai cosa potresti ricavarne, esponiti alla vita e accogli le nuove sfide.

f040ed33876179787dfedf668c99010a

  • Ama chiunque – Ama te stesso: perché solo così sarai amato dagli altri, focalizza le attenzioni sugli aspetti migliori di te, sulla tua bellezza, interiore ed esteriore. Ama gli altri: ama chi ti tratta con rispetto e dai amore e affetto senza aspettarti nulla in cambio! Sii gentile ed educato e godi della compagnia altrui. Impara a notare ciò che di meglio c’è in ogni persona e non giudicare. Tratta gli altri come vorresti essere trattato.

  • Trova uno scopo nella vita – Chi si accontenta gode.. così così! Non accontentarti della vita che dovresti vivere, piuttosto decidi tu quale significato vuoi che essa abbia, datti degli obiettivi e agisci a piccoli passi per raggiungerli, che si tratti di una relazione affettiva, un’attività che ti appassiona oppure di un lavoro. Trova qualcosa per cui valga la pena di lottare, il cielo è il limite!

  • Cerca l’equilibrio – Soffermati a comprendere la notte ed il giorno, l’avanti ed il dietro, ed il buono ed il cattivo di ogni cosa.

  • Sii positivo – Concentrati su pensieri positivi e attrarrai cose positive. Cerca è guarda sempre il lato buono della vita, e impara ad estrarre il lato buono da ogni esperienze, soprattutto da quelle negative, imparare dagli errori aiuta, punire te stesso no.

  • Ascolta il tuo cuore e la tua anima – Chiedi consiglio, ma fidati di te nel prendere una decisione, è bene avere più opinioni ma tra le varie fai che sia tu a decidere quella da seguire. Ascolta il tuo istinto e non lasciare che siano gli altri a dirti quello che devi fare.

  • Ispira te stesso – Fai qualcosa che ti sia di ispirazione, sia che si tratti di assumere un ruolo, sia che si tratti semplicemente di leggere delle citazioni importanti, la vita è migliore quando ci si sente ispirati, soprattutto da sé stessi.

  • Fatti degli amici – Circondati di amici che ti capiscono, ti sostengono e ti incoraggiano a dare il meglio di te. Evita le persone che ti scoraggiano e ti rattristano, sono quelle che ti faranno dubitare di te stesso e ti trascineranno nell’oblio.

  • Non rimanere ancorato al passato! – Il passato serve per ricordarti quello che sei stato, quello che hai già fatto. Impara dagli errori, ma non stressarti fossilizzandoti su di essi. Il futuro arriva ogni giorno, ed è bene che tu lo viva con tutto te stesso.

  • Non dare niente per scontato –  Apprezza ogni cosa e ogni persona che ti circonda, apprezza ogni gesto altrui, anche quelli più banali. Non dare per scontato la tua famiglia, i tuoi amici, le tue cose, l’ambiente, nulla! Ogni gesto è importante, dire un “ti voglio bene”, dare un abbraccio, accarezzare un cucciolo. Oggi ci sono, un domani potresti svegliarti e non averle più.

  • Non smettere di imparare – Non si finisce mai di imparare, quindi non farlo. Impara a trarre insegnamento da ogni situazione e pensa a come puoi evolvere e a cosa puoi fare per costruirti efficacemente il tuo futuro.

  • Sii consapevole del potere delle domande – Chiedere non significa non sapere, significa saper imparare. Fare le domande giuste può aiutarti a vivere la tua vita al meglio. Chiediti sempre “cos’altro posso imparare?”, “cosa posso fare per migliorare?”, “cosa dovrei fare?”, se sai chiedere, saprai ricevere!

  • Sii felice – Potrebbe sembrare scontato ma sappi che la felicità è sempre una scelta. La sofferenza non deriva mai da condizioni esterne, soffriamo sempre a causa del significato che attribuiamo alle cose. Devi essere consapevole che l’infelicità deriva solo dai tuoi pensieri!

Piccoli consigli che potrebbero rendervi la vita un po più semplice. In fondo non richiedono fatica o qualche sacrificio, però nella loro semplicità ognuna di queste “regole” sono fondamentali! Detto questo auguro a ognuno di voi una vita piena, felice, e completa. 

fonte: articolo originle